I doni di rivelazione


https://youtu.be/vIrjso7rsuM

 

I DONI DI RIVELAZIONE NELLA CHIESA

Questo corso sui doni di rivelazione ha lo scopo di introdurre in maniera semplice e pratica alla realtà della rivelazione soprannaturale.
Ci sono molte domande oggi nella Chiesa che hanno bisogno un approfondimento.

– Come posso scoprire quali doni di rivelazione mi sono stati donati?
– Come posso capire chi è un falso profeta?
– Come posso manifestare quello che sento da Dio in armonia con la leadership della Chiesa?
– Che differenza c’è tra il dono profetico e il Ministero di Profeta?

Questi e molti altri saranno gli interrogativi ai quali si daranno risposte solidamente bibliche corroborate da lunga esperienza pratica nel Ministero.

Lo svolgimento del corso può essere richiesto localmente da gruppi di credenti e viene suddiviso in 6/9 lezioni teoriche e pratiche. Al completamento del corso viene assegnato, agli alunni che seguono le lezioni, un’attestato di partecipazione con profitto.

Ecco di seguito un estratto dal libro di testo del corso:

Mai come in questo inizio del terzo millennio, dove tutto corre vorticosamente e si trasforma alla velocità della luce, lo zelo nella ricerca dei doni dello Spirito Santo è così fortemente attuale. La Chiesa è stata stabilita per essere “sale della terra” e “ luce del mondo”. Questo ruolo di preservazione e guida è oggi più che mai straordinariamente importante.

Ma com’è possibile svolgere questa funzione senza poter sentire e discernere le continue indicazioni del capo del nostro esercito?
Come possiamo annunciare efficacemente il Vangelo di Cristo alla nostra generazione senza una piena realizzazione delle armi che Dio ha preparato per un momento come questo?

Per troppo tempo il corpo di Cristo è stato derubato, attraverso dottrine contrarie alla Scrittura, della straordinaria potenza dei doni di rivelazione. Per combattere le battaglie del momento storico nel quale viviamo, e realizzare la piena vittoria che Cristo ci ha donato sulla croce, non possiamo fare a meno di una rinnovata e più profonda comprensione della voce dello Spirito Santo.

Il carattere di Dio, il Suo eterno amore e il progetto di redenzione che ha concepito per l’uomo, hanno bisogno di essere realizzati e concretizzati in modo personale e specifico da ogni credente. Lui può compiere questo in noi, se impariamo a conoscere e seguire la Sua voce!

Solo la Sua guida continua e personale può aiutarci a realizzare un’autentica comunione con lo Spirito e renderci discepoli davvero efficaci.

“Quando andrete a destra o quando andrete a sinistra, le tue orecchie udranno dietro a te una voce che dirà: “Questa è la via; camminate per essa!” (Isaia 30:21)

Gli uomini dell’era digitale sono interconnessi, comunicano alla velocità del pensiero da una parte all’altra del pianeta e sono sottoposti ad un ininterrotto flusso di informazioni. Questa continua valanga cerca di ottenere in maniera sempre più invasiva e prepotente qualche istante della nostra attenzione. Mille prodotti, mille concetti e mille richieste bussano continuamente alla nostra porta. Il linguaggio stesso e il modo di comunicare oggi si evolve continuamente e sembra non avere canoni stabili e immutabili.

Dio però non è stato preso di sorpresa dall’era digitale, ed ha equipaggiato la Sua Chiesa per un tempo come questo!

Come sempre, per comprendere il cuore di Dio Padre, dobbiamo rivolgere la nostra attenzione a Gesù, l’esempio perfetto. La Sua vita è il modello al quale dobbiamo rifarci.
Lui dichiarò espressamente la Sua totale dipendenza dalla guida del Padre. Praticava questa continua subordinazione ascoltando sempre la voce di Suo Padre ed ubbidendogli. Questa comunicazione non era superficiale e discontinua ma profonda e permanente.

Il Padre parlava continuamente con Gesù, e Lui lo ascoltava continuamente! Dio vuole fare la stessa cosa con te e con me!

Anche noi, come credenti, collocati storicamente in questo tempo straordinario, siamo chiamati a risvegliare la nostra sensibilità spirituale, a tal punto da essere continuamente connessi con il Padre per mezzo del suo Spirito che abita in noi e per mezzo dei doni che Egli porta con se.

Il cessazionismo*, dottrina così orribilmente invalidante per la Chiesa, è stata grazie a Dio teologicamente e praticamente demolita. Questo fatto ha finalmente presentato in maniera chiara ed inequivocabile a tutto il corpo di Cristo la possibilità di riscoprire i doni dello Spirito Santo, con un’enfasi straordinaria per la profezia.

Oggi, ad ogni latitudine, una nuova generazione di uomini e donne senza paura di “uscire fuori dalla barca” delle loro tradizioni religiose, si sta sollevando per camminare sulle acque tempestose di questo tempo di confusione alzando la fiaccola della parola profetica.

C’è un appello nello Spirito per tutti i figli e le figlie di Dio che sono stanchi di un cristianesimo ingessato e infruttuoso, che desiderano a qualunque costo realizzare la gloria del regno che viene e i doni dello Spirito Santo.
Questa generazione di aquile che si sollevano al di sopra della mediocrità, è un esercito deciso a tutto, pronto a camminare in territori dove nessuno prima ha camminato e conquistare la propria generazione per Cristo e il Vangelo.
Quello che Dio ci chiede oggi è di alzarci in fede lasciando da par- te la paura, sapendo che l’Iddio che chiama le cose che non sono come se fossero, ha scelto le cose pazze e le cose deboli per compiere la Sua opera perfetta in questa generazione.
La domanda che oggi ci viene posta è: sei veramente disposto ad essere un otre nuovo, capace di contenere il vino nuovo che questa nuova ondata dello Spirito Santo porta con se? Sei pronto ad abbracciare la guida dello Spirito sapendo che Lui è pronto a rivelarsi in maniera mai sperimentata prima, per renderti soprannaturalmente fruttuoso nel campo del Signore?

Esiste un esercito che ha già deciso, che ha già tirato fuori i piedi dalla barca, e che già oggi, vivendo nel soprannaturale, sta dimostrando che tutto questo è possibile!

La profonda convinzione, con la quale abbiamo scritto questo breve manuale, è che molti hanno oggi questo desiderio, è che sono pronti a iniziare un nuovo cammino di fede per realizzare la meravigliosa manifestazione del Regno di Dio.

“Circa i doni spirituali, fratelli, non voglio che siate nell’ignoranza.”   (1 Cor. 12:1)

 Roberto Albano